progetto
stato di fatto
E stato eliminato il muro esistente tra le due camere per ottenere un grande ambiente unico. Sul fondo è stata ricavata una 'scatola' semitrasparente, nella quale collocare un letto francese e una cabina armadio.

Un'altra richiesta era quella di avere un posto letto per sua figlia che ogni tanto la va a trovare. È stato quindi ricavato un soppalco sopra la cabina armadio, con una conformazione a doppia altezza che permette di avere lo spazio sufficiente per stare in posizione eretta sia al lato del letto sul soppalco sia nella cabina armadio sottostante.

La struttura a gradonata della scala di accesso al soppalco consente di utilizzarla anche per sedersi.

È stata mantenuta la posizione originaria di bagno e cucina per contenere i costi complessivi della ristrutturazione.
A New York l'attuale normativa permette di avere la camera da letto senza finestre.

Questo è dovuto al tipo di costruzione a grattacielo lì preponderante per via dell'altissimo costo dei terreni edificabili. Il grattacielo non consente di avere un cortile interno o un doppio affaccio finestrato, per cui gli appartamenti sono vetrati solo su di un lato.

La disposizione classica degli ambienti prevede pertanto il soggiorno e la cucina disposti
lungo il lato con finestre e le camere da letto e i servizi igienici verso il lato cieco, verso il
'core' del grattacielo.

Questa soluzione è stata quella richiesta dalla cliente, che desiderava un grande
soggiorno e una zona notte assolutamente minimalista, 'tanto lì chiudo gli occhi e dormo.'



.

oppure cucina a scomparsa
Una soluzione più 'milanese' si configura con la creazione di una piccola ma sufficiente camera da letto, a questo punto finestrata, al posto della cucina esistente, con il nuovo bancone cucina a ridosso del bagno e rivolto verso il soggiorno.

Una grande anta scorrevole a tutta altezza permette di nascondere lo spazio cucina dal soggiorno oppure scorrendo verso l'ingresso di disimpegnare la cucina dall'antibagno come richiesto dai regolamenti vigenti.


La zona giorno risulta più spaziosa, guadagnando profondità e permettendo di collocare una zona studio ben illuminata dalla finestra.

Il soppalco per la figlia è stato posizionato nell'angolo più interno, ricavando nello spazio
sottostante un grande ripostiglio cabina armadio.

La parete di fondo dietro al tavolo è occupata da una libreria a tutta altezza.
Dormire come a New York...

©️ Fabia Ponte di Pino architetto
Sandra Varisco architetto
BACK
47 mq
stato di fatto
S
L
K
B
ARCHIMOON
MOON
FOTOGALLERY
CONTATTI
SERVIZI
CHI SIAMO
Fabia Ponte di Pino architetto
Sandra Varisco architetto
HOME