Un piccolo monolocale per una pittrice, inizialmente diviso a metà in due stanze. La prima occupata dall'angolo cottura e un bagno angusto, con di fronte un tavolino che serviva sia per pranzare che per studiare. La seconda, più spaziosa in teoria, ma divisa in due zone da uno scomodo rialzo per il letto, il che la rende piccola e poco agibile. Il tutto senza neanche uno spazio soggiorno.

L'esigenza dell'artista era quella di avere uno spazio riservato in cui dormire, indipendente dalla zona giorno, volendo evitare soluzioni con divano letto oppure con il letto a vista.

Il progetto divide lo spazio disponibile in pianta in senso longitudinale mantenendo la parte lungo il ballatoio d'ingresso come un unico open space, ottenendo la gradevolezza di un ambiente spazioso per la zona giorno.

Sulla sinistra sono collocati il bancone cucina e il tavolo da pranzo allungabile, mentre sulla destra un grande divano, posto di fronte al lato finestrato, identifica lo spazio soggiorno. Davanti al divano la nicchia esistente serve da libreria e spazio tv. L'angolo vicino alla finestra è dedicato allo spazio di lavoro dell'artista con il cavalletto da pittore che riceve tutta la luce sufficiente per dipingere.

Nella fascia retrostante sono collocati da un lato il servizio igienico disimpegnato da una cabina armadio passante e dall'altro la zona letto. Le due zone sono chiudibili con porte scorrevoli a tutta altezza. Quando queste sono aperte, lasciano vedere dal soggiorno lo scorcio delle due finestre sul retro aumentando la sensazione di spaziosità. Dallo stesso ingresso si gode un cannocchiale visivo fino alla finestra del lato opposto.



UTILE DA SAPERE
28 metri quadri netti sono la superfice minima necessaria per la normativa italiana per un'abitazione.
L'alloggio monostanza, per una persona, deve avere una superficie minima, comprensiva dei servizi, non inferiore a mq 28, e non inferiore a mq 38, se per due persone (Decreto ministeriale Sanità 5 luglio 1975).
Può essere abitabile un alloggio di metratura leggermente inferiore solo nel caso in cui era già esistente come unità abitativa indipendente con quella metratura antecedentemente al 1975.
Casa d'artista
stato di fatto
28 mq

©️ Fabia Ponte di Pino architetto
BACK
progetto
stato di fatto
ARCHIMOON
MOON
FOTOGALLERY
CONTATTI
SERVIZI
CHI SIAMO
Fabia Ponte di Pino architetto
Sandra Varisco architetto
HOME