Il cielo in una stanza...
Una richiesta del cliente era quella di avere una zona letto riservata. Questa è stata collocata a soppalco, sotto il quale è stata ricavata una cabina armadio in cui nascondere l'eventuale disordine. Sotto il soppalco del letto è stata posizionata anche una cucina - corridoio, con il modulo centrale da utilizzare come tavolino ma ribaltabile in modo da
permettere l'accesso alla cabina armadio.

L'angolo soggiorno è ben illuminato dalla luce naturale della finestra, vi si accede dall'ingresso e la scala di accesso al soppalco funge da libreria.

Il bagno è stato mantenuto a norma di legge con l'antibagno che lo disimpegna dalla cucina.

E' stata inoltre ricavata un'altra zona soppalcata sopra il bagno, aperta verso la zona letto, da usare in parte come comodino in parte come ripostiglio.

Vita da Bohème per questo studente al quale i genitori hanno regalato una piccola stanza in una delle vie più alla moda di Milano.

E' stata un po' una scommessa quella di riuscire a collocare tutte le funzioni di una unità abitativa autonoma in 13 metri quadri senza ricorrere al famigerato divano letto. Un plus di questa piccola stanza: lo spazio inclinato del sottotetto che ha permesso di creare una parte a doppia altezza.
Le dimensioni in pianta sono 2,30 mt di larghezza per 5,50 mt di lunghezza, con un'altezza minima di 2,40 mt e massima di 3,70 mt, in cui far stare tutto in modo gradevole e funzionale.

Il progetto è strutturato secondo un gioco di incastri e di soppalchi a varie altezze, che sfrutta tutti gli spazi a disposizione ed è calibrato essenzialmente sulle misure umane.



.

13 mq

©️ Fabia Ponte di Pino architetto
BACK
di giorno
a pranzo
di notte
ARCHIMOON
MOON
FOTOGALLERY
CONTATTI
SERVIZI
CHI SIAMO
Fabia Ponte di Pino architetto
HOME
Sandra Varisco architetto